100TH POST! Porsche 935

Sometimes dreams come true. For example this is the n° 100 post of this blog, i wouldn’t have thought to reach this target when i started everything 6 months ago. And I can’t believe i managed to see so many historic iconic cars in the flesh this year. The Porsche 935 (in all its version) is someyhing you can’t fall in love with: it’s one of the most cartoon-style race cars i know and definitely one of the most recognizable. At the end of the 70s this car dominated quite every race, being the most succesful out of the group 5 machines, the so-called silhouette.  I’ve shot three different models (1977, 1979 with 3.0 liters engine and 1978) : the #49 is driven by Paul Singer and it shows some peculiar vertical fin on the front arch borders that were used since the 1977 model. I went almost under its back to shoot all the exposed mechanics, in particular the twin turbo solutions which you can see in pic n°12. The same thing i did for the #60 car, driven by Christian Traber and Dimitri Enjalbert: you can see that its aerdoynamic solutions are way different from the previous one:  Porsche redesigned its bodywork using a better shaped front end, lower and more aerodinamyc, and new rear fenders. Turbos and wastegate valves are even more visible thanks to the opening in the back bumper. The third model, numbered #5 is driven by Michael  Foveny and Stefan Roitmayer and it’s a 1978 car: you can recognize it via the new squared front bumper with rounded headlights. Sideskirts are linked to rear fenders creating a more linear solution. The rear wing is fixed in a new way that keeps it separated from the body, while the two previous models used vertical supports shaped starting from the top and creating a peculiar structure. Another car similar to this was present at the meeting, very noticeable in its total black livery. Unfortunately it was in a very tight space so i wasn’t able to grab good images. Every detail of these crazy machines is truly automotive art: super-deep dish gold/chrome bbs wheels, huge air intake almost eveywhere, naca ducts, out-of-mind aero solutions. During its 10-years-long career this series of racing machines achieved a huge amount of victories and trophies: year after year its performance and power grew regularly till the last models reach the 800 hp mark. I also dig the period-correct graphics applied to these racing wonders and i want to thank the owners for their kindness in allowing me spending time round their cars. Next step is to see the 935 in action on the track: their race was too early in the morning and i was too far away to reach the circuit in time. I promise you i’ll manage to catch some race action in the future!

A volte i sogni diventano realtà. Per esempio questo è il post numero 100 di questo blog, non avrei mai pensato di raggiungere questo obiettivoquando ho iniziato sei mesi fa. E non riesco ancora a credere di essere riuscito a vedere così tante macchine storiche iconiche dal vero quest’anno. La Porsche 935 (in tutte le sue numerose versioni) è qualcosa di cui non ci spuò non innamorare: è una delle auto più simili a un cartone animato tra quelle che posso annoverare e sicuramente una delle più riconoscibili. Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ’80 quest’auto dominò numerose gare e classi, diventando una delle vetture di maggiore successo nel Gruppo 5, quello delle cosiddette Silhouette. Ho scattato foto a tre differenti modelli (1977, 1979 con motore 3 litri e 1978): la numero #49  guidata da Paul Singer mostra delle caratteristiche pinne sui bordi dei larghi passaruota e sul cofano usate sui modelli a partire dal 1977. Sono andato quasi sotto la parte posteriore per immortalare tutta la meccanica esposta, in particolare la soluzione a doppio turbo visibile nella foto n°12. La setssa cosa che ho fatto con la numero #60, guidata da Christian Traber e Dimitri Enjalbert: è visibile come le soluzioni aerodinamiche adottate siano molto differenti dal precedente esemplare: la Porsche ri progettò l’esterno utilizzando un frontale più profilato, basso ed aerodinamico e nuovi passaruota posteriori. I turbo e le valvole wastegate sono ancora più visibili grazie ad una generosa apertura nel paraurti posteriore. Il terzo esemplare, numero #5 e guidato da Michael  Foveny e Stefan Roitmayer è del 1978: la si può riconoscere attraverso il nuovo paraurti anteriore più squadrato con lampade tonde. Le minigonne sono collegate ai passaruota posteriori creando una soluzione più lineare. L’alettone posteriore è fissato con una nuova modalità che lo mantiene separato dal corpo vettura, mentre i due modelli precedenti usavano supporti verticali plasmati partendo dal tetto e creando una struttura particolare. Un’altra auto simile era presente all’evento, molto riconoscibile nella sua livrea totalmente nera. Sfortunatamente era sita in una posizione particolarmente stretta ed infelice per cui non sono stato in grado di catturare immagini significative. Ogni dettaglio di questi mostri è davvero un pezzo di arte dell’automobilismo sportivo: i profondisismi cerchi dorati a canale rovesciato cromato bbs, le anormi prese d’aria situate un po’ ovunque, i condotti naca, le incredibili soluzioni aerodinamiche. Durante i suoi 10 anni di carriera questa stirpe di vetture si assicurò una enorme cifra di vittorie e trofei: anno dopo anno potenza e prestazioni crebbero fino a raggiungere negli ultimi modelli il traguardo degli 800 cavalli. Apprezzo inoltre le grafiche correttamente riferite al periodo in cui vennero utilizzate applicate a queste meraviglie e voglio ringraziare i proprietari per la loro gentilezza nel consentirmi di girare e rigirare intorno alle loro vetture. Il prossimo passo è vedere le 935 in azione in pista: la gara in cui erano iscritte si svolgeva molto presto al mattino e vivo troppo distante per raggiungere il tracciato in tempo. Vi prometto che riuscirò a catturare un po’ di azione in futuro!

#1

#2

#3

#4

#5

#6

#7

#8

#9

#10

#11

#12

#13

#14

#15

#16

#17

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s