Nissan R90

My review about historic Group C monster isn’t finished yet. It’s time to  take a closer look to the super-fast Nissan r90. It’s impossible not to recognize a Nissan prototype from that era, thanks to the iconic 3-tones livery: blue/red/white. Many cars – from the R89 to the R92CP – wore this beautiful color scheme. The R90 rapresent the best chance for this japanese brand to achieve a Le Mans victory. It realized an astonishing pole position in 1990, although a problem to the wastegates affected its lap time: Mark Blundell, who was driving it during the time attack, is convinced that the car was able to reach a time 5 seconds faster. Anyway the time was fast enough to put 6, 5 seconds beetween his R90 and the first competitor. In that lap engine was developing more than 1100 cv with a top speed of 378 km/h (pretty impressive considering that the circuit was just equipped with chicanes on the mulsanne straight). All that power comes from a beasty bi-turbo 3.5 liter v8 with a conventional Group C layout: turbos, intercoolers and wastegates are in the side pods to keep pipes shorter and grant maximum response. There were a couple R90 at 2011 Dix Mille Tours: one – #30 – sitting in the pits and the #25 which was racing. First one showed a lower drag for fast tracks while the “active” one was sporting some downoforce generating bits. During the Group C race the 25 was able to recover all the gap from the leading Sauber C11 but after the two cars collide Nissan had to resign. But its pace and effectiveness were really impressive. Definitely another piece of history in my collection!

La mia rassegna sulle mostruose auto storiche del Gruppo C non è ancora finita. Questa volta è tempo di dar eun’occhiata più da vicino alla velocissima Nissan R90. E’ impossibile non riconoscere un prototipo Nissan di quel periodo (fine anni ’80 – inizio anni ’90) grazie alla iconica livrea a 3 colori: blu/rosso e bianco. Molte auto infatti, dalla R89 alla R92CP, vestirono questo bellissimo schema cromatico. La R90 rappresenta la migliore opportunità per il marchio giapponese di raggiungere una vittoria a Le Mans. Realizzò una incredibile pole position nel 1990, nonostante un problema alle wastegate  parzialmente rovinò quel giro: Mark Blundell, che era il pilota alla guida durante quel tentativo, è convinto che l’auto avrebbe potuto togliere altri 5 secondi dal tempo realizzato. C’è da dire che in ogni caso che il passaggio fu sufficiente ad inserire un’incredibile distanza di 6 secondi e mezzo tra la R90 e la prima inseguitrice. Il motore erogava in qualifica ben più di 1100 cavalli con una velocità massima di 378 km/h (piuttosto impressionante se si considera che il circuito era già dotato delle chicane sul rettilineo principale). Tutta la potenza viene da un 3,5 litri 8 cilindri a v biturbo con il convenzionale schema delle vetture Gruppo C: i turbo, gli intercooler e le wastegate sono situati nella zona delle pance  per mantenere il più possibile ridotta la distanza dei condotti dell’aria e garantire la miglior risposta del propulsore. C’erano un paio di R90 alla Dix Mille Tours di quest’anno: una, la numero 30, esposta nei box e l’altra, la 25, impegnata in pista. La prima sfoggiava una configurazione standard da basso carico mentre quella “attiva” mostrava alcuni espedienti per incrementare il carico aerodinamico. Nel corso dell’evento riservato alle Gruppo C la numero 25, partita dietro, è stata in grado di ricucire tutto il distacco dalla Sauber C11 che era in testa: completato l’inseguimento le due auto si sono toccate e la Nissan si è dovuta arrendere. Dimostrando comunque un passo ed un’efficacia davvero impressionanti. Senza dubbio un altro pezzo di storia nella mia collezione!

#1

#2

#3

#4

#5

#6

#7

#8

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s