4Wheelers among 2Wheelers

The Motor Bike Expo (as the name itself suggests) is mainly about motorcycles but some exceptions are present at the show. These cars are nice addictions for the custom atmosphere: we’re not speaking  of everyday rides but drag beasts and hot rods. You may remember some of them from previous events like Hills Race or Rombo di Tuono while others are novelties.

Il Motor Bike Expo (come suggerisc eil nome stesso) riguarda prevalentemente l’ambito dlele due ruote ma alcune eccezioni trovano posto nella manifestazione. Queste auto sono formidabili aggiunte per l’atmosfera custom che identifica alcuni padiglioni: non parliamo di macchine che si vedono tutti i giorni ma di dragster e hot rod. Magari vi ricordate di alcuni di essi per averli visti in articoli relativi ad eventi precedenti come l’Hills Race o il Rombo di Tuono  mentre altre sono delle novità.

This car grabbed my attention at last Hills Rcae because of its different engine layout: instead of the usual supercharger mounted in the “v” beetween the two cylinders blocks it runs a centrifugal supercharger on the left. It’s driven by a belt-and-pulley system directly by the drive shaft. It’s huge and pipes and intake manifold are huge too: their dimensions obliged the owner to cut the bonnet and leave them partially exposed. So you immediately notice there’s somthing different in it. Here you have a couple of images of this mighty Nova in action: 1 / 2

Quest’auto catturò la mia attenzione all’ultimo Hills Race per il particolare schema del suo motore: invece del consueto compressore a lobi montato nel mezzo della v formata dai cilindri qui troviamo un compressore centrifugo. E’ azionato da un sistema a cinghia e pulegge che prende il movimento direttamente dall’albero motore. E’ davvero gigantesco come enormi sono i manicotti ed il collettore di aspirazione: le loro dimensioni hanno obbligato il proprietario a tagliare e modificare il cofano lasciando alcune parti scoperte. In questo modo ci si accorge subito che c’è qualcosa di diverso lì sotto. Qui trovate un paio di immagini di questa brutale Nova in azione: 1 / 2

The beast is from Hot Rod Garage and it’s based on a 1962 Chevy Nova: The engine is a Chevy 540, more or less 8900 cc and with the supercharger it ensures a strong 1200 hp to the rear wheels. This is good enough for a 9 seconds time on the quarter mile with an exit speed over 250 km/h.

Questa belva proviene dalla Hot Rod Garage ed è basata su una Chevy Nova del 1962: il motore è uno Chevy 540 c.i. (circa 8900 cc) e grazie al compressore è in grado di assicurare ben 1200 cavalli alle ruote posteriori. Il tutto per un tempo inferiore ai 9 secondi sul quarto di miglio con una velocità di uscita di oltre 250 km/h.

In a drag-racing tuned car every components is extra-dimensionated due to the extraordinary forces that are involved in it: everything has to resist to the out-of-mind meteoric acceleration, at least for 9-10 seconds.

Nelle auto preparate per gare drag ogni  componente è sovradimensionato a causa selle incredibili forze che sono coinvolte al loro interno: tutto deve resistere alla fulminea accelerazione almeno per quei 9-10 secondi.

Panoramic view from the back seats of a lowrider – Visuale panoramica dai sedili posteriori di un lowrider

A fully tuned Edelbrock engine under the hood of a black 50s pick-up. Must have!

Un motore completamente elaborato Edelbrock sotto il cofano di un Pick up anni 50. Da avere assolutamente!

You can never go wrong with a Mustang Bullit replica – Non si sbaglia mai con una Mustang Bullit

“I’ll take both, thanks!” – “Le prendo entrambe, grazie!”

Pinstriped dash

One of the flying bugs that were published by Kustom World. Here you can find the post

Uno dei velocissimi maggiolini che sono stati pubblicati su Kustom World. Qui potete trovare il post

This white ’69 Camaro was at last Hills Race: I hope to have further news on it soon! Meanwhile these are the pics i captured in september: 12

Questa Camaro bianca del ’69 era presente all’ Hills Race: spero di avere presto maggiori notizie al riguardo! Nel frattempo queste sono le immagini realizzate a settembre: 12

Mexican blankets on a ’32 Ford

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s