Mignanego-Giovi: the race

So, after a quick virtual tour of the course, it’s time to see some of the cars in action. The good things about this kind of events is that there’s no much pressure, there are many different cars form various eras, almost all the drivers know themselves and their main objective is to have fun and face some challenges.

Quindi, dopo un veloce giro “virtuale” del percorso, siamo pronti per dare un’occhiata ad alcune delle auto in azione. Il vantaggio di questa tipologia di eventi è che non c’è molta pressione, si possono vedere decine di auto appartenenti a numerose epoche differenti, quasi tutti i piloti si conoscono tra loro e l’obiettivo principale è mettersi alla prova e divertirsi.

The coolest cars among them are by far the little rockets based on seventies citycars like Fiat 500, 600, 126, Autobianchi A112 and many others. Some of them keep their original engine and tune it, others switch to a mid-rear engine setup with powerful motorbikes engine that make them scream like superbikes.

I mezzi più fighi tra quelli partecipanti sono senza dubbio i piccoli missili basati sulle micro-utilitarie degli anni 70 come Fiat 500, 600, 126, Autobianchi A112 e molte altre. Alcune di esse conservano il loro motore originale pur se elaborato, altre passano ad un layout con motore centrale posteriore di derivazione motociclistica cosicchè i loro passaggi sono contraddistinti da urla simili a quelle delle superbike.

Abarth valve cover, double carb and individual throttle bodies: you know it will be good. – Coperchio della testa Abarth, doppio carburatore doppio corpo e tromboncini individuali: si sa già che ne uscirà qualcosa di buono.

Small prototypes are the fastest category on the hills with their combination of low weight, downforce, dedicated chassis, powerful engines.

I piccoli prototipi sono la categoria più veloce nelle salite grazie alla loro combinazione di peso ridotto, deportanza, telaio studiato e motori performanti.

The little 500 with its skateboard-style deep dish rims was a really crowd favourite. Impossible not to smile watching it climbing the course.

La piccola 500 con i suoi cerchi profondissimi e piccolissimi in stile skateboard era senza dubbio una delle beniamine del pubblico. Impossibile non sorridere guardandola arrampicarsi su per il tracciato. 

Wet surface + rear wheel dirve = sideways. Add some vintage Rs 2.7 and you’ll get awesomeness. – Superficie umida + trazione posteriore = traversi. Aggiungete una RS 2.7 ed otterrete la meraviglia.

The “shoebox”-nineties model of the Fiat 500 was my first car 10 years ago. It was terrific with no grip, no power, awful brakes and gearbox but it was so funny to launch it at full throttle on winding roads..i remember i always had a smile on m face (when i wasn’t facing “bad” situations).

La versione “scatola da scarpe” degli anni novanta della Fiat 500 fu la mia prima auto 10 anni fa. Era a tutti gli effetti un mezzo terribile, senza potenza, senza tenuta, con pessimi freni e cambio ma era un tale divertimento lanciarla a tutta sulle stradine tortuose…ricordo che avevo sempre il sorriso in faccia (quando non ero di fronte a situazioni “pericolose”).

The X1/9 is on of the coolest Fiat ever produced. It was designed for rallies but it found its favourite playground in hillclimbing. Its mid-engine layout is for sure a key factor in its speed and handling skills.

L’X1/9 è una delle migliori Fiat mai prodotte. Venne progettata per i rally ma ha trovato il suo miglior campo di applicazione nelle corse in salita. Il suo layout a motore centrale è uno dei punti di forza cui sono dovute le sue eccezionali capacità di velocità e tenuta.

You need to catch the more air you can to extract power from these old school-little displacement motors: so it’s not unusual to see air trumpets popping out of the bonnet or the front grille. Check a couple of examples.

C’è bisogno di trovare più aria fresca possibile per tirare fuori cavalli  da questi vecchi motori con cubatura ridotta: per questo non è insolito vedere tromboncini di aspirazione che spuntano da cofani e mascherine. Guardate questo paio di esempi.

With its unbelievable wideness and its screaming engine the old-gen Clio Super 1600 is always a cool ride to see in action.

Con la sua incredibile larghezza ed il suo motore urlante la Clio Super 1600 di un paio di generazioni fa è sempre una macchina interessante da vedere in azione.

This Honda CBR – powered Fiat 126 was absolutely flying with its driver struggling to keep it on the track.

Questa Fiat 126 motorizzata  Honda Cbr volava letteralmente tra le curve con il pilota che lottava per tenerla in strada.

I have to spend some words about the Renault Clio Williams: this is one of those cars that seem to never get old, being still hard to beat in many situations. I just said that i’m not a huge fan of Renault but the professionality they put in their sport/race vehicle is astonishing. There have been several generations of Clios in many versions and they’re all serious business. The Clio Williams from my point of view can be considered an european alter ego of the Toyota  Ae86: a small car with a superbe engine and handling that can be turned into a superfast machine with some modifies. These 3-wheels entries are really cool.

Devo spendere almeno 2 parole sulla Renault Clio Williams: si tratta infatti di una di quelle macchine che sembrano non invecchiare mai, rimanendo sempre dure da battere in numerose situazioni. Ho già ribadito di non essere un grande fan della casa francese ma la professionalità che mettono nei loro veicoli sportivi e da corsa è stupefacente. Ci sono state diverse generazioni di Clio in molte versioni e sono tutte roba seria. La Clio Williams dal mio punto di vista può essere considerata una specie di alter ego europeo rispetto a mezzi come la Toyota Ae86: una piccola auto con un motore generoso ed un’ottima tenuta che può essere trasformata in un razzo con poche modifiche. E questi ingressi in curva su 3 ruote sono una figata.

The Peugeot 205 is another historic car that helped in definingthe “hot hatch” concept. The 1.3 rallye, the 1.6 and most of all the 1.9 model were the ones to have in the late eighties.

La Peugeot 205 è un’altra auto storica che ha aiutato a definire il concetto di hot hatch. La 1.3 rallye, la 1.6 e sopratutto la 1.9 erano quelle da avere nei tardi anni ottanta. 

My father owned both a first gen and a second gen Fiat Uno, so i’m pretty used to its look. The green one was showing some crazy widened front axle and a screaming NA engine  while the older one was dressed in the historic Jolly Club livery. The Uno Turbo was a real beast for its times considering its small weight and powerful engine. As you can see both drivers weren’t unsparing in their efforts to be the fastest they can.

Mio padre ha avuto una Fiat Uno sia della prima generazione che della seconda per cui sono piuttosto abituato a vederle.  La verde sfoggiava un cospicuo allargamento della carreggiata anteriore ed un arrabbiatissimo motore aspirato mentre la più “anziana” indossava la storica livrea del Jolly Club. La Uno Turbo era una vera belva per i suoi tempi considerando il suo peso ridotto e la potenza. Come potete vedere entrambi i piloti non si sono risparmiati nel tentativo di essere più veloci possibili.

Another well known face in eighties little-rockets field: a Renault 5 turbo. – Un altro volto noto nel settore delle bombe anni ’80: la Renault 5 Turbo.

Alessandro Polini brought its renowned Suzuki-powered A112 from Polini Motorsport: i just examinated this car in detail in an old post, you can have a look here. The car is sporting an all-new livery based on matt black and green/blue fluo flowers, unfortunately it’s too fast to capture at speed! i promise you a full post on it soon. Go and check their website!

Alessandro Polini ha portato la sua famosa A112 della Polini Motorsport motorizzata Suzuki : avevo fatto un articolo dedicato su quest’auto l’anno scorso, potete dare un’occhiata qui. Quest’anno la 112 presenta una nuova livrea nero opaca con fantasie floreali verde/azzurro fluo. Purtroppo a causa del meteo e della velocità non sono riuscito a realizzare le foto che avrei voluto ma presto approfondirò l’argomento. Fatevi un giro sul loro sito!

Keeping such little car with short wheelbase and so widened rear end sideway should not be easy as it looks.

Gestire di traverso un’auto così piccola. potente, con la carreggiata posteriore allargata ed il passo corto non deve essere semplice quanto appare. 

This Lancia Beta Montecarlo was on fire, putting some serious speed on the ground. It’s hard to give you the idea of how low it actually is.

Questa Lancia Beta Montecarlo era in gran forma, ha dimostrato eccellente velocità in tutte le prove. E’ difficile darvi la reale sensazione di quanto bassa effetivamente sia.

This image could easily become an illustrative addiction for a definition of “understeering”..

Questa immagine potrebbe tranquillamente diventare un’illustrazione a corredo di una definizione di “sottosterzo”..

..while this is a perfect example of an oversteering entry. – ..mentre questo è un perfetto esempio di entrata in sovrasterzo.

And speaking of hard entries, check these old ladies at full throttle. – E parlando di entrate “cattive”, date un occhio a queste vecchie glorie tirate al massimo. 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s