Countdown to Le Castellet – where the magic happens: the land where every image gets cool – Part 1

In the last years I’m getting more used to Paul Ricard Circuit than my own home probably: i look forward for every occasion to be there because i know i’ll get tons of supercool photos.

Negli ultimi anni sto passando più tempo sul circuito del Paul Ricard che a casa mia probabilmente: sono sempre impaziente per qualsiasi occasione buon aper recarmici perchè già so che potrò mettere insieme centinaia di scatti fighissimi. 

That’s mainly for a couple of reasons: first of all i decide to follow only the best events that are held there (it’s 400 km from where i live, i cannot afford this trip more than twice a year) and second because – as i said maaaaany times – the track as an absolutely stunning layout. So, being so unforgivebly late to post some shots from the Blancpain Endurance Series, i decided to show them now under the pretext of going back there for another event (more on that in the next weeks)

E questo sostanzialmente per due motivi: primo perchè mi concentro sugli eventi più significativi ( si trova a circa 400 km da dove vivo, non posso affrontare questo viaggio più di un paio di volte l’anno) e secondo perchè – come ho già ripetuto non so quante volte – questo tracciato presenta caratteristiche davvero uniche. Perciò, con l’imperdonabile ritardo accumulato in queste settimane nel postare le immagini del Blancpain Endurance Series ho deciso di usarle come pretesto e postarle ora che sono alla viglia di una nuova trasferta oltralpe (ne saprete di più nelle prossime settimane).

So there is not much to say because images speak for themselves: great car at speed on a great track.

Per cui non c’è molto altro da dire perchè le immagini parlano da sole: auto fantastiche su una pista fantastica.

These first part is centred on the action on the track, with cars fighting to grab positions. My aim was to focus on one car among the other to obtain every time a different effect: i think the results are pretty cool because not only you can appreciate the general speed flavour but you attencion is captured by one subject in the scene.

Questa prima parte è incentrata sull’azione in pista, con le auto in lotta per conquistare le posizioni. Il mio intento era quello di concentrarmi su una vettura in particolare tra quelle in bagarre per ottenere ogni volta un effetto differente: credo che i risultati siano piuttosto apprezzabili poichè non solo si può godere del generale senso di velocità ma l’attenzione è catturata da  un soggetto ben preciso all’interno della scena.

I think that for what concerns track racing this series is one of the most interesting thanks to the amazing variety of brands, colours, styles. It’s also easier to unerstand for the public because there are no different categories and all +50 cars belong to the same class, GT3.

Credo che per quel che riguarda le corse in pista questo campionato sia uno dei più interessanti in assoluto grazie all’incredibile varietà di marchi, colori, stili. É anche più facile da capir eper il pubblico visto che non ci sono differenze di categoria ma tutte le oltre 50 auto appartengono alla stessa classe, la Gt3.

And then there are the numbers: more than 50 cars, as i just said, is really a big business because you’ve always the track filled with action and every brand is represented with many models. And if you multiply all these wonders for the 3 hours-race format you obtain the composition of awesomeness.

E poi ci sono i numeri: più di 50 macchine, come ho scritto poc’anzi, sono davvero uno spettacolo perchè si ha la certezza che la pista sia sempre piena di azione ed ogni marchio sia degnamente rappresentato da un buon numero di esemplari. E se si moltiplicano tutte queste meraviglie per le 3 ore di gara si ottiene la formula dell’esaltazione.

Not to mention alla the advantages if you want to take photos of the event: almost 100 laps and the opportunity to set every angle, every position, layout looking for that particular shot. No hurry here, there is all the time to freeze most of the scenes you desire.

Per non parlare di tutti gli innumerevoli vantaggi se si vuole scattare foto all’evento: quasi 100 giri e la possibilità di organizzarsi al meglio per tutti i parametri, inquadrature, posizioni nella ricerca di quel preciso scatto . Non c’è tanta fretta qui, c’è il tempo per immortalare molte delle scene che desideriamo.

In the second part of this coverage i’ll speak about panning tecnique with a selection of pics to explain how to make it. Stay tuned!

Nella seconda parte di questo reportage parlerò della tecnica del panning con una serie di immagini a corredo per illustarare come metterla in pratica. Continuate a seguirmi!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s